Estate, tempo di vacanze e… di startup. Sono numerose le startup che hanno deciso di puntare sul turismo, uno dei settori in cui l’innovazione digitale e tecnologica è entrata più prepotentemente.  Scorriamo insieme una panoramica di alcune start-up interessanti.

Bidtotrip

I protagonisti: tre professionisti romagnoli trentenni (l’imprenditrice Sara Brunelli, l’avvocato Augusto Grandi e la docente di informatica Chiara Fusaroli)
La start-up: Bidtotrip permette a tutte le tasche di acquistare soggiorni di lusso a pochi euro attraverso un sito di aste online, senza una base d’asta predefinita.
L’idea vincente: aver trovato la formula giusta per diventare la “Ebay del turismo”.

Scopri in questo video come funziona il servizio:

Travel Appeal

I protagonisti: Travel Appeal è una startup incubata da H-FARM
La start-up: Travel Appeal Index è il “motore” realizzato che raccoglie e analizza i Big Data del settore turismo e, attraverso un algoritmo proprietario, li analizza e li interpreta. Il motore è alla base di vari prodotti per l’analisi e il monitoraggio della reputazione sul web di strutture ricettive, città, regioni e territori.
L’idea vincente: sfruttare i Big Data per fornire alle strutture turistiche indicazioni strategiche e pratiche.

Scopri in questo video come funziona il servizio:

Antlos

I protagonisti: tre giovani veneziani, Michelangelo Ravagnan, Marco Signori, Nicola Peduzzi.
La start-up: Antlos è una piattaforma che organizza vacanze in barca all inclusive mettendo in contatto direttamente skipper professionisti selezionati, con utenti amanti del mare che decidono di affidarsi all’esperienza di personale qualificato.
L’idea vincente: aver trovato la formula giusta per diventare l’ “Airbnb delle vacanze”

Scorpi come è nata la start-up nell’intervista al CEO di Antlos.