Mamma blogger per passione

Oggi presentiamo una startup nuovissima, che sta prendendo piede in maniera massiccia negli ultimi tempi e sembra avere risvolti inaspettati.

Stiamo parlando del fenomeno dei blog: spuntano come funghi per trattare i più disparati argomenti, e i blogger (chiunque può improvvisarsi come tale) sembrano avere sempre più voce in capitolo.

Non è raro incontrare una schiera nutrita di blogger di moda alle sfilate dei più grandi stilisti, che dal loro giudizio virtuale ricavano più o meno vendite e una schiera accresciuta di seguaci. Ci sono poi blogger che discutono di cucina, viaggi, lavoro, politica: ogni argomento dello scibile umano sembra poter essere trattato dalla comunità di internet.

Quella che segue è un’intervista a Cristiana, mamma blogger che sembra coniugare doti da scrittrice a uno spirito materno e pratico molto sviluppato e apprezzato dalle altre madri internettiane.

Come definiresti il tuo blog?

Cento per cento Mamma è uno spazio di condivisione delle esperienze di “mammitudine”, è un luogo in cui ci si confronta e si mette in comune ciò che si è imparato sulla propria pelle.

Come è nata l’idea di un blog rivolto alle mamme?

Una domenica pomeriggio, navigando tra i blog di mamme, ho pensato che mi sarebbe piaciuto averne uno tutto mio. E l’ho aperto. È iniziato come un gioco e nell’arco di un anno è cresciuto e ha raggiunto molte mamme – e non mamme.

Che cosa ha di diverso rispetto agli altri blog? Qual è il plus che gli ha permesso di arrivare in poco tempo a così tante donne?

Io penso che alla base del successo di Cento per cento Mamma ci sia la genuinità di quello che racconto. Ho deciso di mettermi in gioco e l’ho fatto raccontando la mia quotidianità, le mie gioie e i miei problemi. Senza filtro. E il web ha la capacità di premiare l’autenticità. Alle persone piace trovare altre persone, altre mamme “vere”.

Progetti futuri?

Tanti, tantissimi. Alcuni si stanno concretizzando, per altri la strada è ancora lunga.

Sto per aprire un blog dedicato alle mamme e alle loro esigenze di donne su Style.it. Mai fermarsi!

Quanto ha inciso il tuo ruolo di mamma di due bambine piccole nell’avvio di questa avventura?

È stato decisivo. Non avrei mai pensato di aprire un blog se non ci fossero state le mie bambine. Ho sempre amato scrivere e ho avuto esperienze nel mondo della comunicazione, ma non avrei mai conosciuto così da vicino la Rete se non mi fossi avvicinata al fenomeno del mommy-blogging.

In Italia il fenomeno è giovane, in America ha preso piede e coinvolto le più grandi aziende che producono oggettistica o alimentazione neonatale e infantile. E’ diventato in poco tempo un business da milioni di dollari, e ci auguriamo che anche in Italia possa diventare fonte di reddito e soddisfazione per i giovani blogger capaci e propositivi come Cristiana.