Netflix e Pinterest sbarcano in Italia

Prima di iniziare a parlarvi di queste due realtà digitali, devo raccontarvi come ne sono venuta a conoscenza: in modo casuale.

Domenica (il 26 Febbraio) guardavo la notte degli Oscar in diretta, facendo live tweetting e rispondendo ai sondaggi via Facebook. Evento assolutamente social, dopo il SuperBowl 2012 ed i Grammy Awards.

Per avere una idea dei numeri che si sono registrati in questi eventi, vi rimando al post apparso su The Vortex

Robert Downey Junior, (Sherlock Holmes ed Iron Man sullo schermo, per intenderci) presentando insieme a Gwyneth Paltrow il miglior documentario, scherza sul fatto che sta realizzando un documentario su se stesso, intitolato The Presenter, e che lo cercherà su Netflix intorno a mezzanotte, cioè dopo circa quattro-cinque ore.

Questo proverebbe che lui è ancora il più grande presentatore di tutti i tempi.

I servizi di Netflix

Battuta a parte, la parola Netflix  mi risuona in testa, e così vado a fare una ricerca sul web: su Wikipedia trovo che “Netflix è una società degli Stati Uniti, nata nel 1997, che offre un servizio di noleggio di DVD e videogiochi via Internet.

La spedizione dei dischi è effettuata tramite il servizio postale, che viene utilizzato dai clienti anche per la restituzione.

Dal 2008 Netflix offre anche un servizio di streaming online ai propri clienti, accessibile tramite un apposito abbonamento”.

Poi vado nei blog più tecnici: Tom’s Hardware e Webmasterpoint.

Come funziona il servizio postale?

Gli abbonati ricevono una lettera con cui vengono spediti a casa i DVD, per poi essere restituiti tramite posta utilizzando la stessa busta ricevuta.

Il sottoscrittore dell’abbonamento può tenere quanto vuole i DVD che riceve (pensate che differenza con i supplementi per i ritardi su Blockbuster!).

Esiste un limite massimo al numero di DVD noleggiabili contemporaneamente, determinato dal tipo di abbonamento sottoscritto.

Anche Netflix si avvale di un algoritmo,che suggerisce agli utenti nuovi film da vedere sulla base del gradimento espresso da altri utenti su contenuti già visti.

Questo è dunque il risvolto “social” di Netflix.

Realtà tipicamente americana, ora Netflix sta programmando lo sbarco in Europa: nel 2012 Regno Unito, Irlanda e probabilmente l’Italia saranno raggiunti dal servizio di noleggio di film in streaming.

Non ci sono molti dettagli, ma sembra che in Europa Netflix si limiterà per ora a commercializzare i suoi servizi di streaming video on demand.

In merito ai costi, negli USA i clienti pagano un canone mensile di 7,99 dollari, che apre le porte all’accesso al noleggio di un numero illimitato di film e serie TV in streaming.

I programmi possono essere visti su PC e su televisore. In questo secondo caso, si deve collegare al televisore uno dei dispositivi che supportano Netflix, quali Xbox 360, PS3, Wii, oppure lettori blu-ray delle migliori marche.

Si possono anche vedere film e serie Tv in modalità mobile, con lo streaming disponibile per  IPhone, IPad e Windows Phone (http://www.webmasterpoint.org/news/film-in-streaming-con-netflix-su-iphone-e-ipad-con-download-applicazione-gratis-e-in-italia_p36799.html).

Per approfondimenti, vi rimando al sito istituzionale www.netflix.com.