Sapury è la via di selezione, promozione ed internazionalizzazione delle produzioni di eccellenza locale italiane.

SapuryDal 9 novembre al 1 dicembre 2013 a Napoli si è tenuta la seconda edizione dei corsi di Officine Formative, legati al progetto Adottup. L’obiettivo delle lezioni era fornire ai partecipanti le conoscenze necessarie per poter potenziare il proprio business, andando ad incrementare le competenze imprenditoriali del team della startup. Tra le startup presenti in aula c”era Sapury.

Vi parliamo di questa startup attraverso le risposte che ci ha dato Giancarlo Sciuto di Sapury.

Giancarlo, di cosa si occupa Sapury?

Sapury è il nuovo modo di vivere la convivialità italiana e di provare un’esperienza unica alla scoperta del piacere della cucina Made in Italy. Chiunque potrà ricevere a casa tutto il necessario per ricreare il proprio piatto italiano preferito, condividerlo con i propri cari e sentirsi, in modo semplice e divertente, un vero chef del Bel Paese.

In cosa vi distinguete dai competitor?

Sapury vuole distinguersi dagli altri e-commerce di cibo italiano offrendo agli utenti non un semplice casino insieme di prodotti slegati tra di loro, bensì delle ricette, dando un senso ai singoli ingredienti e combinandoli sapientemente insieme, per esaltarne al meglio le proprietà organolettiche e creare delle esperienze tematiche di gusto uniche e indimenticabili

Quali sono i prossimi passi per lo sviluppo del progetto?

Siamo alla ricerca di un partner industriale con il quale creare sinergie e portare avanti un progetto di innovazione condivisa, che possa accelerare lo sviluppo del nostro business e fornire utili opportunità commerciali ed imprenditoriali alla controparte, in uno scambio reciproco di idee e mezzi. Crediamo nella filosofia del progetto di adozione come nuova opportunità per le startup e nel confronto e nella collaborazione quali basi della crescita reciproca.

In bocca al lupo Sapury !