SBskin: la risposta giusta ai bisogni di innovazione del settore edilizio

SBskin è una startup composta da quattro giovani startupper- Rossella Corrao, Marco Morini, Luisa Pastore,Santi Cucco-, che si occupa della progettazione e commercializzazione di prodotti edilizi innovativi.

Abbiamo intervistato Marco Morini, Project Manager per la linea SolarGB, il quale ci ha spiegato com”è nata l”idea, in cosa consiste e quali sono i progetti futuri.

Come è nata l”idea di realizzare la tua startup?

SBskinL’idea su cui la SBskin si fonda prende spunto dall’attività di ricerca, condotta ormai da diversi anni presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Palermo, finalizzata all’ottimizzazione energetica ed all’incremento prestazionale degli elementi di captazione della luce naturale, da impiegare per la realizzazione di involucri edilizi traslucidi, sostenibili in diversi contesti climatici.

Il lavoro ha condotto al progetto tecnologico ed alla brevettazione di componenti traslucidi multifunzionali in vetromattone, preassemblati a secco e precompressi, in grado di produrre energia grazie all’integrazione con celle solari di terza generazione (DSSC o OPV) ed idonei per l’installazione in edifici a notevole sviluppo verticale ed in contesti climatici avversi.

Qual è il target di riferimento e quale bisogno della clientela avete intenzione di soddisfare?

Il mercato target verso cui si indirizzano i prodotti che la SBskin intende commercializzare si colloca a metà strada tra il mercato del vetromattone ed il mercato dei moduli fotovoltaici, in particolare fa riferimento al settore dei prodotti innovativi per l’integrazione architettonica.

Infatti, il vetromattone fotovoltaico integrato con celle DSSC o OPV risponde ad esigenze specifiche in materia di “sostenibilità” applicata al casino settore edilizio -oltre a soddisfare i requisiti connessi all’aspetto ed al benessere- consentendo di ottenere, quando assemblato in pannelli, dei componenti edilizi multifunzionali il cui valore aggiunto -costituito possibilità di produrre energia e di costituire al contempo la chiusura degli edifici- diventa elemento condizionante la scelta da parte di chi vuole realizzare edifici con involucri traslucidi, energeticamente efficienti ed attivi, in grado, cioè di ridurre i consumi energetici degli edifici, le emissioni di CO2 nell’aria e di produrre energia pulita.

Ci descrivi brevemente in cosa consiste la vostra start up e qual è il business model ?

SBskin punta alla produzione e commercializzazione di componenti innovativi multifunzionali per l’edilizia che consentono la realizzazione di involucri edilizi fotovoltaici fortemente connotati, dal punto di vista formale, proprio grazie alle caratteristiche delle celle solari di terza generazione nonché in grado di ridurre i costi di costruzione degli edifici grazie al loro sistema di assemblaggio a secco (brevettato).

Parallelamente all’attività di produzione e commercializzazione, l’azienda fornirà servizi di consulenza per la ricerca di soluzioni efficienti in relazione ai prodotti commercializzati (2 linee di prodotto –Thermo e Solar) ed ai loro subcomponenti, nonché per lo sviluppo di nuove configurazioni in risposta a specifiche esigenze di vari possibili stakeholder, per quanto riguarda -ad esempio- la progettazione di soluzioni tailor made di pannelli multifunzionali fotovoltaici (progettati ad hoc per singoli edifici in termini di forma, dimensioni, finiture…) e in relazione a specifiche condizioni di progetto (orientamento, potenza richiesta, condizioni di comfort indoor, ecc).

Che importanza riveste il team nello svolgimento delle vostre attività?

SBskinIn considerazione del carattere altamente tecnologico dei prodotti realizzati, di rilevante importanza risulta la valenza professionale e scientifica dei soci della SBskin nonchè del personale addetto alla progettazione ed alla produzione dell’intera gamma di prodotti che potrà vedere il consolidamento di relazioni professionali già avviate dai soci.

La società è costituita da un giovane team di professionisti con una consolidata esperienza nell’ambito dell’ottimizzazione energetica e dell’incremento prestazionale degli edifici: Rossella Corrao è architetto, PhD e professore associato presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Palermo; Marco Morini e Luisa Pastore sono entrambi laureati in Ingegneria Edile-Architettura e dottorandi presso il Dipartimento di Architettura dell’Università di Palermo; Santi Cucco è ingegnere elettrico esperto nel settore del fotovoltaico.

Pensando al futuro, avete in cantiere altre attività per dare ulteriore slancio alla vostra start up?

Sbskin ha già ricevuto diversi premi e riconoscimenti (1° premio Bright Future Ideas Awards – Consolato Britannico e UKTI, 2° premio Start Cup Palermo 2012, tra i 4 finalisti al PNI2012, categoria Industrial) e sta partecipando ad altre iniziative di lancio di startup (SeedLab, Startup Initiative di Intesa San Paolo, Working Capital, ItaliaCamp etc.). Entro giugno SBskin risulterà ufficialmente registrata come società provvedendo contestualmente all’iscrizione nel elenco delle start up innovative.

 

In bocca al lupo ragazzi !