Con Wanderio puoi pianificare un intero viaggio su un solo sito

E’ iniziata la primavera e già pensiamo a dove andremo quest’estate (alcuni forse ci pensano già da quest’inverno). La prima cosa che faremo sarà decidere la meta e poi ci informeremo su hotel, B&B,treni, traghetti, etc… ma per farlo dovremo andare su più siti? Da oggi non più ! Tutte le informazioni potremo cercarle su Wanderio.

Wanderio , che viene definita dai suoi ideatori come  “un’esperienza di viaggio door-to-door” , è stata selezionata tra 350 progetti e si è aggiudicata il primo premio del contest “Ripartiamo dalle Idee” indetto dalla Agenzia di Comunicazione Armando Testa, Corriere della Sera, SDA Bocconi e Intesa SanPaolo.

Wanderio

Ma approfondiamo le informazioni su questa startup attraverso l’intervista fatta a Matteo Colò, Business Development.

1 Come è nata l’idea di realizzare Wanderio?

Wanderio prende vita e si consolida durante InnovAction Lab, iniziativa orientata al mondo delle start-up tramite la quale i founder Matteo Colò, Disheng Qiu e Luca Rossi si sono incontrati e, sulla base della loro esperienza diretta di viaggiatori, hanno concepito e sviluppato l’idea imprenditoriale.

2 Qual è il target di riferimento e quale bisogno della clientela avete intenzione di soddisfare?

L’offerta presente sul web per l’organizzazione del viaggio evidenzia oggi una serie di problematiche che, rendendo l’esperienza di pianificazione e prenotazione un processo complesso e time-consuming, offrono l’opportunità di ripensarne le logiche di fondo.

Secondo un report di Google attualmente, per organizzare il proprio viaggio, l’utente visita in media 22 siti internet e svolge 9,5 sessioni di ricerca. La frammentazione dei dati non è però l’unico ostacolo che l’utente incontra: oltre a doversi spostare da un sito web all’altro, l’utente infatti spesso si imbatte in un eccesso di informazioni talvolta di scarsa qualità. Queste problematiche, creando frustrazione nell’utente, ne scoraggiano l’attività di pianificazione e prenotazione del viaggio. Wanderio nasce con l’intento di semplificare l’esperienza di pianificazione del viaggio, fornendo la possibilità di organizzare, su un unico portale, ogni tratta del proprio itinerario.

3 In cosa consiste la vostra start up e qual è il business model?

Wanderio si occupa di ogni singola tratta dell’itinerario, dalla porta di casa fino alla destinazione finale.

Grazie al confronto di voli, treni, traghetti e servizi di collegamento quali taxi, bus e navette, Wanderio consente di creare itinerari su misura e di prenotarli completamente online all’interno di un unico portale. La piattaforma permette di selezionare il tragitto preferito in base a prezzo e durata del viaggio e di scegliere l’alternativa con il minore impatto ambientale valutandone le emissioni di CO2.

Wanderio raccoglie dati su prezzi e disponibilità di diversi mezzi di trasporto, su base quotidiana e con copertura internazionale e guadagna ricevendo una commissione per ogni biglietto acquistato dai propri utenti sul portale.

4 Che importanza riveste il team nello svolgimento delle vostre attività?

Il team è attualmente composto da sette persone con competenze diverse e complementari fra loro. Matteo Colò, uno dei tre fondatori dell’iniziativa, si occupa del business development insieme a Costanza Pedroni, alla quale sono delegate le attività di marketing e comunicazione.

Il portale è stato sviluppato dai back-end developer presenti nel team: Luca Rossi e Disheng Qiu, entrambi PhD in Ingegneria informatica e fondatori dell’iniziativa, e Giorgio Pagliaro. Lo studio creativo digitale Moze, fondato da Giovanni Zennaro e Matteo Montolli, ha sposato la causa di Wanderio divenendo parte del team, apportando le proprie competenze di UX/UI design e sviluppo front-end. In questi ambiti, Moze è costantemente alla ricerca di giovani talenti da formare e introdurre in Wanderio.

Il team è infine supportato da tre advisor attivi in diverse aree: Roberto Magnifico (Board Member di LVenture Group) e Niccolò Sanarico (CTO di dPixel) per l’attività di business development e Simone Tornabene (Head of digital di Cemit Interactive Media) per il digital marketing.

5 Pensando al futuro, avete in cantiere altre attività per dare ulteriore slancio alla vostra start up?

Il portale è attualmente aperto ad un numero limitato di utenti con profilo tecnico, incaricati di svolgere attività di beta testing. Nei prossimi mesi è previsto il raggiungimento di due importanti obiettivi. Il primo è il lancio della beta pubblica, previsto per maggio 2013, per la quale è attualmente possibile richiedere un invito sul sito www.wanderio.com. Il secondo obiettivo è invece l’apertura al pubblico del portale ed il rilascio di un’applicazione mobile per iOS e Android, previsti per novembre 2013.

 

In bocca al lupo ragazzi !